Professore Ordinario
Sede: Via Balbi 2 IV piano
Tel: 010-209 51402
Email: Stefano.Verdino[at]unige.it


Bacheca

RICEVIMENTI :

GIUGNO: mercoledì 7, ore 10-12 ; mercoledì 14 ore 11-13; martedì 20 giugno ore 10-12; martedì 27 giugno ore 11-13;

LUGLIO: martedì 4 luglio ore 10-12; martedì 11 luglio ore 11-13

RIPRESA DA martedì 5 settembre ore 9-11, tutti i martedì, ore 9-11

SALVO DIVERSA INDICAZIONE COMUNICATA SU QUESTA PAGINA E AULAWEB

 

 

 

 

 

 

INSEGNAMENTI  2016-17

I SEMESTRE  LETTERATURA ITALIANA A – CORSO DI LINGUE E CULTURE MODERNE  (cod. 55867)

II SEMESTRE  LETTERATURA ITALIANA (con prof. Veronica Pesce) – CORSO DI BENI CULTURALI  (cod. 65444)

II SEMESTRE  LETTERATURA TEATRALE ITALIANA – LAUREA MAGISTRALE IN LETTERE  (cod. 65074)

 

LE INFORMAZIONI SUI CORSI DEL 2016-17 SONO IN AULAWEB


Attività di Ricerca

Ricerche in corso:

– “Il libro dell’Aminta: per un commento” (PRA – Unige 2012), gruppo di ricerca con A. Beniscelli, Q.Marini, S. Morando, M. Navone:

Accanto al testo della favola pastorale, offerto in modo evolutivo (1580-1583) si prospetta un ricco commento ad ogni atto condotto secondo questi elementi specifici:

1)       l’analisi e la discussione della vasta bibliografia critica sull’opera e la sua messa a confronto nella verifica testuale. Pertanto si procederà all’esplorazione completa della bibliografia in ordine a monografie sull’opera, monografie sull’autore, articoli in atti di convegno, in libri e su rivista, bibliografia storica. Nelle note e nei cappelli introduttivi atto per atto si darà quindi conto sinteticamente della rete e stratificazione interpretativa.

2)       Nuovo controllo delle fonti classiche e italiane, unitamente ad un più specifico sondaggio intertestuale all’interno dell’opera tassiana e del genere pastorale, grazie alle nuove possibilità offerte dagli strumenti di digitalizzazione informatica e relative banche dati.

3)       Il commento sarà integrato da un saggio introduttivo che sinteticamente, sulla scorta dei risultati che analiticamente il commento ha prodotto, offra un’articolata interpretazione del testo, sia nel sistema dell’opera tassiana, sia nel doppio contesto in cui l’Aminta si colloca (la concreta committenza estense, il nuovo genere pastorale) in modo da cercare di rimuovere (o giustificare più persuasivamente) le non poche zone d’ombra e di ambiguità dell’opera.

A corredo del volume vi saranno saggi conclusivi: il primo prenderà in esame l’imponente fortuna dell’opera, a partire dai suoi primi lettori e interpreti (come Giordano Bruno), cercando di organizzare un percorso al’interno di un vastissimo materiale, di spicco internazionale, finora solo sporadicamente sondato; il secondo costituirà un repertorio delle messe in scena dell’Aminta, a partire dalla ‘prima’ ferrarese al Belvedere, fino alle diverse realizzazioni novecentesche.

– Edizione di opere e testi di Mario Luzi

a) raccolta delle Prose presso editore Aragno;

b) raccolta degli ultimi libri di poesie (Sotto specie umana; Dottrina dell’estremo principiante; Lasciami non trattenermi) e delle poesie giovanili e sparse in un volume presso  Grazantilibri;

– Ricerche sulla cuitura italiana nell’età della Restaurazione (biografia di Pellico per il DBI; ricerche su padre Bresciani; ricerche sul Manzoni)



Attività Didattica

2016-2017

2015-2016


Lista pubblicazioni (IRIS)

Ricerca 'Verdino Stefano Fernando' in IRIS (link esterno)