Mellace Raffaele

Professore Associato
Sede: Via Balbi 2, IV piano
Tel: 010-209 51448
Email: raffaele.mellace[at]unige.it


Bacheca

Per avvisi e aggiornamenti su didattica, ricevimento ecc. si prega di far riferimento a questa pagina: 

http://www.lingue.unige.it/?dipendente=c1626

 


Attività di Ricerca

Raffaele Mellace (Milano 1969) si ù laureato in Lettere all’Università di Milano con Francesco Degrada e addottorato in Musicologia e Beni musicali all’Università di Bologna con Lorenzo Bianconi. Ha conseguito il Diploma in oboe al Conservatorio di Bologna e il Diploma della Sommerhochschule dell’Università di Vienna. Ha trascorso periodi di ricerca in Germania e in Austria, anche usufruendo di borse di studio del Ministero degli Esteri. Nel 2014 ù stato insignito del “Carlo Maria Martini International Award”, I edizione, per il volume Johann Sebastian Bach. Le cantate.

Dal 2011 ù professore associato confermato di Musicologia e Storia della musica nell’Università di Genova, dove ha insegnato a contratto dal 2003.

Dal 2003 al 2011 ù stato professore a contratto nella sede di Brescia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, e dal 2003 al 2005 presso l’Università del Piemonte Orientale.

Dal 1995 al 2011 ha insegnato Lettere e Latino nei Licei, a Milano e a Como (di ruolo dal 2000 come vincitore di concorso a cattedra).

Dal 2017 ù docente di Performing Art History all’interno del Master in Arts Management dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Dal 2001 al 2009 e dal 2013 a oggi ù stato ed ù docente presso l’Institute for the International Education of Students, sede di Milano.

Dal 2015 al 2018 ha coordinato il Corso di laurea magistrale in Letterature Moderne e Spettacolo dell’Università di Genova.

Nell’ambito piĂč ampio della musicologia storica, sue principali linee di ricerca sono il teatro musicale dal XVIII secolo a oggi, la musica sacra del Settecento, le relazioni tra letteratura e musica nel Novecento italiano.

A questi temi ha dedicato cinque volumi (Johann Adolf Hasse, L’Epos 2004, edizione tedesca rivista Ortus Musik-Verlag, Beeskow 2016; L’autunno del Metastasio, Olschki 2007; Johann Sebastian Bach. Le cantate, prefazione di C. Wolff, L’Epos 2012; Con moltissima passione. Ritratto di Giuseppe Verdi, Carocci 2013, 20172, Il racconto della musica europea. Da Bach a Debussy, Carocci 2017, 20192), cinque curatele (P. Weiss, L’opera italiana nel ’700, Astrolabio 2013, con C. Fertonani e C. Toscani, La musica sacra nella Milano del Settecento, LED 2014, J.S. Bach, Passioni, Messe, Mottetti e Magnificat, Ariele 2017, con R. Grisley, Paganini Rockstar. Incandescente come Jimi Hendrix, Cinisello Balsamo (Milano), Silvana Editoriale, 2018, e, con R. Cafiero e C. Toscani, «La nostra musica di chiesa Ăš assai differente ». Mozart e la musica sacra italiana, SocietĂ  Editrice di Musicologia 2018), due edizioni critiche (G. Bononcini, La Conversione di Maddalena, LIM 2010, e con C. Bacciagaluppi e G. Giovani, G. Sigismondo, Apoteosi della musica del Regno di Napoli, SocietĂ  Editrice di Musicologia 2016), numerosi saggi, recensioni, traduzioni e relazioni in riviste scientifiche di musicologia e letteratura (tra cui «Chigiana», «Chroniques italiennes», «E/C», «Eighteenth-century Music», «FrĂŒhneuzeit-Info», «HĂ€ndel-Jahrbuch», «Intersezioni», «Mozart-Jahrbuch», «Mozart Studien», «Musica e storia», «Musicologica Brunensia», «Nuova Rivista Musicale Italiana», «Parole rubate», «Rivista Italiana di Musicologia», «Il Saggiatore musicale», «Studi italiani», «Studi pergolesiani», «Studi verdiani» e «Verdi Perspektiven») e in miscellanee pubblicate in Italia e all’estero (in Austria, Francia, Germania, Regno Unito, Repubblica Ceca e Spagna), di voci di dizionario, anche nel Dizionario Biografico degli Italiani e in Die Musik in Geschichte und Gegenwart (MGG) online, programmi di sala e note di CD. È autore in particolare del saggio Letteratura e musica nell’aggiornamento della Storia della letteratura italiana Cecchi-Sapegno (Garzanti 2001) e di 168 voci del Dizionario dell’opera a cura di P. Gelli (Baldini & Castoldi 1996 e successive).

È condirettore, con Andrea Chegai e Alessandro Roccatagliati, della rivista «Il Saggiatore musicale».

È responsabile con Alberto Beniscelli, William Spaggiari, Duccio Tongiorgi e Corrado Viola del M.E.T.A. – METASTASIO’S EPISTOLARY TEXTS ARCHIVE, progetto di digitalizzazione e commento dell’epistolario di Pietro Metastasio.

È consulente per l’UniversitĂ  Ca’ Foscari di Venezia e per le riviste «Studi musicali», «Musica docta» e «Dante e l’arte».

Dal 2005 Ú redattore delle «Edizioni Suvini Zerboni News».

Ha curato con Roberto Grisley e Ivano Fossati la mostra “Paganini Rockstar”, Genova, Palazzo Ducale, 18 ottobre 2018 – 10 marzo 2019.

È membro dei comitati editoriali di «Hasse-Studien», della «Hasse-Werkausgabe» (Carus) e della collana «Musica teatrale del Settecento Italiano – I drammi di N. Jommelli» (ETS) e del Comitato scientifico di “Ghislieri musica”.

È stato membro dei comitati scientifici della “Sixth International Conference of Students of Systematic Musicology”, Genova 12-14 settembre 2013, e dei convegni internazionali “La musica sacra nella Milano del Settecento”, Milano 17-18 maggio 2011 e “Gli esordi e lo sviluppo della dodecafonia in Italia”, Menaggio, Villa Vigoni, 2008, e delle mostre “HĂ€ndel – der EuropĂ€er” e “HĂ€ndels Halle”, HĂ€ndel-Haus, Halle, 2009 e “La Scala e l’Oriente. 1778-2004”, Milano, Palazzo Reale, 2004/2005.

Dal 1993 collabora regolarmente col Teatro alla Scala. Collabora inoltre con istituzioni concertistiche ed enti lirici nazionali ed europei: tra questi Teatro Real di Madrid, Innsbrucker Festwochen der Alten Musik, AMUZ – Festival van Vlaanderen – Antwerpen, Tage alter Musik in Herne, MarkgrĂ€fliches Opernhaus Bayreuth, CuvilliĂ©stheater MĂŒnchen, SocietĂ  del Quartetto di Milano, Teatro Donizetti di Bergamo, Teatro Massimo “Bellini” di Catania, Teatro Comunale di Bologna, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Lirico di Cagliari, Giovine Orchestra Genovese, Festival Mito, Festival della Valle d’Itria, Ravenna Festival, Accademia Chigiana, Associazione Milano Musica, Fondazione Pergolesi Spontini, Teatro Rossini di Lugo, Teatro Sociale di Como, Teatro Dante Alighieri di Ravenna, Regia Accademia Filarmonica di Bologna, Orchestra Mozart, Festival Milanoartemusica, Orchestra Milano Classica, Pavia Barocca, Festival Notti Malatestiane, Nuove settimane di musica barocca di Brescia, Festival La Cattedrale della Musica, Festival Creator Faenza Musica Sacra, Orchestra Guido Cantelli, Conservatorio di Milano, Villa Vigoni, Associazione Musica Rara, Associazione Musica Laudantes. Ha inoltre collaborato con le riviste «Amadeus», «Il Giornale della musica», «Sistema musica», «Venezia musica e dintorni» e «Opera-online».



Born in Milan in 1969, Raffaele Mellace graduated in Humanities at University of Milan under Francesco Degrada and in oboe at Conservatory of Bologna, and received a PhD in Musicology at University of Bologna under Lorenzo Bianconi. He also obtained the Sommerhochschule Diploma from the University of Vienna. He researched in Germany and Austria, also through scholarships granted by the Foreign Ministry. In 2014 he has been awarded the first edition of the “Carlo Maria Martini International Award”, for his book Johann Sebastian Bach. Le cantate.

Since 2011 he is associate professor for Musicology and History of Music at University of Genoa, where he has been teaching since 2003. From 2003 to 2011 he has been teaching at UniversitĂ  Cattolica del Sacro Cuore in Brescia, and from 2003 to 2005 at UniversitĂ  del Piemonte Orientale.

From 1995 to 2011 he has been teaching Humanities and Latin in High Schools in Milan and Como.

Since 2017 he has been teaching Performing Art History in the Master in Arts Management at UniversitĂ  Cattolica del Sacro Cuore, Milan.

From 2001 to 2009 e from 2013 to the present he has been and is teaching American students at the Institute for the International Education of Students (IES) in Milan.

He has been Coordinator of the Graduate Program in Modern Literatures and Performing Arts from 2015 to 2018.

In the broader context of historical musicology, his main research focuses are opera from the 18th century to the present, 18th-century church music, the relationship between music and Italian literature in the 20th century. To these topics he devoted five books (Johann Adolf Hasse, L’Epos 2004, German revised edition Ortus Musik-Verlag, 2016; L’autunno del Metastasio, Olschki 2007; Johann Sebastian Bach. Le cantate, pref. by C. Wolff, L’Epos 2012; Con moltissima passione. Ritratto di Giuseppe Verdi, Carocci 2013, 20172, Il racconto della musica europea. Da Bach a Debussy, Carocci, 2017, 20192), five editions (P. Weiss, L’opera italiana nel ’700, Astrolabio 2013, with C. Fertonani and C. Toscani, La musica sacra nella Milano del Settecento, LED 2014, J.S. Bach, Passioni, Messe, Mottetti e Magnificat, Ariele 2017, with R. Grisley, Paganini Rockstar. Incandescente come Jimi Hendrix, Silvana Editoriale, 2018, and, with R. Cafiero and C. Toscani, «La nostra musica di chiesa Ăš assai differente ». Mozart e la musica sacra italiana, SocietĂ  Editrice di Musicologia, 2018), two critical editions (G. Bononcini, La Conversione di Maddalena, LIM 2010, and, together with C. Bacciagaluppi and G. Giovani, G. Sigismondo, Apoteosi della musica del Regno di Napoli, SocietĂ  Editrice di Musicologia 2016), several articles, reviews and translations published in journals of musicology and literature (among them «Chigiana», «Chroniques italiennes», «E/C», «Eighteenth-century Music», «FrĂŒhneuzeit-Info», «HĂ€ndel-Jahrbuch», «Intersezioni», «Mozart-Jahrbuch», «Mozart Studien», «Musica e storia», «Musicologica Brunensia», «Nuova Rivista Musicale Italiana», «Parole rubate», «Rivista Italiana di Musicologia», «Il Saggiatore musicale», «Studi italiani», «Studi pergolesiani», «Studi verdiani» and «Verdi Perspektiven») and in books published in Italy and abroad (in Austria, the Czech Republic, France, Germany, Spain and the United Kingdom), articles in dictionaries, among them in Dizionario Biografico degli Italiani and Die Musik in Geschichte und Gegenwart (MGG) online, programme notes and CD booklets. He wrote the essay Letteratura e musica in Storia della letteratura italiana Cecchi-Sapegno (Garzanti 2001) and 168 articles in Dizionario dell’opera, ed. P. Gelli (Baldini & Castoldi 1996).

Raffaele Mellace is coeditor, together with Andrea Chegai and Alessandro Roccatagliati, of the journal «Il Saggiatore musicale».

He is codirector, together with Alberto Beniscelli, William Spaggiari, Duccio Tongiorgi and Corrado Viola of the M.E.T.A. – METASTASIO’S EPISTOLARY TEXTS ARCHIVE.

He sits in the scientific board of «Hasse-Studien», «Hasse-Werkausgabe» (Carus), the series «Musica teatrale del Settecento Italiano – I drammi di N. Jommelli» (ETS), and “Ghislieri musica”, Pavia.

He has been the curator, together with Roberto Grisley and Ivano Fossati, of the exhibition “Paganini Rockstar. Incandescente come Jimi Hendrix”, Genoa, Palazzo Ducale, October 18th 2018 to March 10th 2019.

He acts as a referee for Ca’ Foscari University of Venice and the journals «Studi musicali», «Musica docta» and «Dante e l’arte».

Since 2005 he is editor of «Edizioni Suvini Zerboni News».

He has been in the scientific board of the “Sixth International Conference of Students of Systematic Musicology”, Genoa 12-14 September 2013, and of the international conferences “La musica sacra nella Milano del Settecento”, Milan 17-18 May 2011 and “Gli esordi e lo sviluppo della dodecafonia in Italia”, Menaggio, Villa Vigoni, April 2008, and of the exhibitions “HĂ€ndel – der EuropĂ€er” e “HĂ€ndels Halle”, HĂ€ndel-Haus, Halle, 2009 and “La Scala e l’Oriente. 1778-2004”, Milan, Palazzo Reale, 2004/2005.

He has been writing regularly for Teatro alla Scala in Milan since 1993, introducing several first performances of operas and orchestral music, as well as for publishers such as Ricordi and Suvini Zerboni. He has been writing programme notes for several opera houses and concert seasons in Italy and in Europe, including Teatro Real Madrid, Innsbrucker Festwochen der Alten Musik, AMUZ – Festival van Vlaanderen – Antwerpen, Tage alter Musik in Herne, MarkgrĂ€fliches Opernhaus Bayreuth, CuvilliĂ©stheater MĂŒnchen, SocietĂ  del Quartetto Milano, Teatro Regio Torino, Teatro Donizetti Bergamo, Teatro Sociale Como, Teatro Massimo “Bellini” Catania, Teatro Comunale Bologna, Teatro La Fenice Venezia, Teatro Lirico di Cagliari, Giovine Orchestra Genovese, Teatro Rossini Lugo, Teatro Dante Alighieri Ravenna, Festival della Valle d’Itria, Ravenna Festival, Accademia Chigiana, Regia Accademia Filarmonica Bologna, Orchestra Mozart, Fondazione Pergolesi Spontini, Associazione Milano Musica, Festival Mito, Festival Milanoartemusica, Festival Notti Malatestiane, Festival La Cattedrale della Musica, Festival Creator Faenza Musica Sacra, Orchestra Guido Cantelli, Orchestra Milano Classica, Conservatorio “G. Verdi” di Milano, Villa Vigoni, Nuove settimane di musica barocca Brescia, Pavia Barocca, Associazione Musica Rara, Associazione Musica Laudantes. He also wrote for magazines such as «Amadeus», «Il Giornale della musica», «Sistema musica», «Venezia musica e dintorni» and «Opera-online».



Lista pubblicazioni (IRIS)

Ricerca 'Mellace Raffaele' in IRIS (link esterno)